Chiesa, Convento e Chiostro di Santa Sofia

CHIESA DI SANTA SOFIA si trova a Gravina nel cosiddetto antico Rione dei Greci e risale al XVI secolo. Internamente si presenta ad un’ unica navata con un soffitto in legno a rosette ornato al centro da una tela cinquecentesca di scuola romana e circondato da un matroneo a grate in legno dorato.

Il capolavoro di questa chiesa è il Mausoleo funebre che raccoglie le spoglie della duchessa Angela Castriota Scanderbeg, moglie di Ferdinando Orsini d’Aragona, VI duca di Gravina.

Il monumento cinquecentesco, in pregiato marmo bianco, di scuola napoletana, poggia su una base ornata da grifi alati. Due lesene laterali di fiori e foglie incorniciano l’urna su cui vegliano con delicata serenità due angeli. Il timpano è arricchito da una Madonna con Bambino. Il portale esterno è decorato con motivi geometrici e foglie d’acanto.
Addossato alla chiesa, si erge l’antico e maestoso monastero delle clarisse dedicato a Santa Maria Scale Coeli. L’edificazione risalirebbe con tutta probabilità al metà del ’500. Lo stesso monastero vide tra le sue badesse, Fulvia Orsini, una delle sorelle del Papa gravinese Benedetto XIII. Il chiostro a pianta quadrata con pozzo è arricchito da un doppio loggiato a colonne su cui poggiano capitelli di ordine corinzio. Al monastero si accede Al monastero si accede da una scala esterna accanto alla chiesa o dall’ingresso di Via Donato Cristiani.

Ingressso a pagamento

 Per info: IAT GRAVINA – Piazza Benedetto XIII, 17

Tel. +39 080 3269065 – Email info@iatgravina.it

ORARI DI APERTURA : dal lunedì alla domenica  dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.00.